slide slide

Le corti della Gualdana

Agriturism

Oct. 21, 2020, 2:58 p.m.

Tagliatelle alla Santa Giuletta




Questo piatto è legato a una leggenda: il 19 maggio 1859 il marchese e Ciambellano Imperiale Lorenzo Isimbardi, la cui dinastia regnava sul territorio già dal Settecento, di ritorno da un giro di perlustrazione nelle sue terre, si trovò ad avere come inattesi ospiti quattro ufficiali piemontesi e francesi, tra questi anche il conte Corrado Cravetta di Villanovetta dei Cavalleggeri del Monferrato che aveva conosciuto il padrone di casa qualche anno prima. Mentre il marchese intratteneva gli ospiti, vennero raggiunti da due ufficiali austriaci del reggimento Ulani delle Due Sicilie, anche loro in visita di cortesia. L’atmosfera era molto critica perché gli ufficiali erano di due opposte fazioni, le stesse che, il giorno seguente, avrebbero combattuto la famosa battaglia di Montebello (20 maggio 1859). Il marchese, imbarazzato e preoccupato per la situazione, decise di invitare tutti a gustare i piatti locali e ordinò ai cuochi di cucinare, tra le tante altre specialità, anche questo primo che suscitò apprezzamenti da parte dei commensali che, almeno per quel momento, mise tutti d’accordo.

Ingredienti per 4 persone:

• 500 gr. di tagliatelle all’uovo
• 250 gr. di lingua salmistrata
• 150 gr. di prosciutto crudo a fette
• 150 gr. di sedano
• 100 gr. di burro
• sale e pepe

Procedimento

Tagliate a listarelle sottili la lingua salmistrata e il prosciutto crudo. Tagliate il sedano a fiammifero. In un tegame antiaderente lasciate fondere il burro e rosolate per circa 10 minuti la lingua salmistrata, il prosciutto e il sedano.

Lessate le tagliatelle in abbondante acqua salata, sgocciolatele al dente e trasferitele nel tegame. Regolate di sale e lasciate amalgamare il tutto per qualche minuto con il sugo.

Completate con abbondante pepe macinato al momento.