slide slide

Le corti della Gualdana

Agriturism

Oct. 21, 2020, 2:58 p.m.

Pasta e fagioli alla pavese




 

La ricetta della pasta e fagioli ha numerose varianti, almeno una per regione: cambiano i tipi di pasta utilizzati, mutano i condimenti, si diversificano le modalità di cottura. Si tratta di un piatto unico che nel passato era molto in voga, ma che negli ultimi anni sta recuperando terreno. Nelle case dei nostri nonni e bisnonni era piuttosto comune avere a disposizione una pentola con questa zuppa, che era molto buona anche riscaldata.
E non è più solo un cibo per poveri, come si afferma qui: «Nella terra dove si fa largo uso di vino è opportuno ingerire cibi forti che “tengano” il vino attutendone l’ardore. A tale scopo risponde egregiamente la pasta e fagioli, piatto robusto e massiccio, quasi muscoloso, ruvidamente plebeo escogitato dalla fantasia dei poveri, sempre insuperabile nell’arte di mangiar bene».

Ingredienti

400 gr. di fagioli borlotti freschi di Gambolò già sbucciati (o 200 gr. di fagioli secchi di Gambolò ammollati in acqua fresca per 12 ore)

70 gr. di lardo

40 gr. burro

1 carota

1 cipolla

1 gambo di sedano

1 foglia di alloro

2 spicchi di aglio

1/2 litro di brodo

300 gr. pasta corta tipo ditaloni

150 gr. di pomodori freschi

sale e pepe

Preparazione

Fate lessare i fagioli in abbondata acqua salata. Tritate finemente il lardo e mettetelo a sciogliere in una tegame capiente con il burro. Affettate la cipolla, tagliate a cubetti il sedano e la carota e metteteli a soffriggere nel tegame con il lardo e il burro. Aggiungete anche l’aglio tritato finemente.
Quando la cipolla si sarà imbiondita, aggiungete i pomodori privati dalla loro pelle e tagliati a cubetti e l’alloro. Schiacciate (o frullate) 1/3 dei fagioli con un po’ della loro acqua di cottura e aggiungeteli alla salsa di pomodoro insieme ai fagioli restanti e coprite con il brodo. Lasciate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti e aggiungete la pasta, correggendo eventualmente di sale. Portate a cottura la pasta e servite caldissimo con una macinata di pepe fresco.
La densità della pasta a fagioli è a vostra discrezione, se la volete più liquida aggiungete qualche mestolo di brodo in più.